Sri Lanka Viaggi | Il paese top 10 di Lonely Planet

Sri Lanka

Sri Lanka

 

Lo Sri Lanka è una delle isole preferite da chi sceglie di fare un viaggio di nozze alternativo alle solite mete, come Stati Uniti, Giappone o altri Paesi.

 

Lo Sri Lanka, chiamato anche lacrima dell’India, è il luogo perfetto per gli amanti della natura, della storia e della cultura; infatti questo Paese che si trova sotto l’India, in mezzo all’oceano Indiano, è senz’altro una meta da visitare anche per gli amanti del mare.

 

La zona più tranquilla si trova a sud dell’isola dove c’è anche la barriera corallina che permette di mantenere il mare calmo. Un’altra zona che va sicuramente visitata è quella a est: anche qui troviamo una barriera corallina che protegge la costa, che è ancora incontaminata.

 

sry lanka cosa vedere

Ci sono spiagge come Pasikuda o Kalkuda che hanno una sabbia talmente fine che vi sembrerà di camminare sul borotalco. Sono zone ancora poco conosciute dal turismo, quindi approfittatene prima che sia troppo tardi. Per coloro che amano il surf, troverete un’ottima sorpresa ad attendervi.

 

Arugam Bay sarà la vostra metà perfetta, sia per i principianti che vogliono iniziare a cimentarsi con le prime onde sia per i surfer più esperti.

 

Sì, avete capito bene! Lo Sri Lanka è una tappa del campionato mondiale di Surf.

 

Non per niente è stato inserito nella classifica Top 10 Country di Lonely Planet

 

 

Sri Lanka Mare

 

Se intendiamo visitare lo Sri Lanka per fare mare è molto importante conoscere le migliori spiagge per non imbattersi in spiacevoli episodi climatici. 

 

Quando andare al mare in Sri Lanka

 

Ebbene sì, nonostante l’isola non sia così grande, la stagione secca varia a secondo della zona geografica.

 

Lo Sri Lanka è colpito annualmente da due monsoni perciò, per evitare problemi, se volete andare al mare e gustarvi le meravigliose spiagge nel nostro autunno/inverno, quindi nei mesi che vanno da novembre a marzo, è meglio scegliere la costa occidentale e meridionale.

 

Qui troviamo la spiaggia di Hikkaduwa, la spiaggia di Negombo e la spiaggia di Kalpitiya di cui parleremo tra poco. 

 

Se invece volete andare al mare in Sri Lanka nei mesi che vanno da aprile a settembre, la zona da preferire è quella orientale, così potete godervi un mare caldo e tranquillo. 

 

 

Le migliori spiagge sulla costa occidentale in Sri Lanka

 

La costa occidentale dello Sri Lanka è quella che meglio si è aperta al turismo. Questo può essere un bene da un certo punto di vista e un male dall’altro.

 

E’ infatti in questa fascia costiera che troviamo i Resort e ogni tipo di struttura adatta per soggiornare; inoltre, in queste zone, specialmente all’interno dei Resort, troviamo le principali attrazioni della night life dell’isola.

 

Le spiagge della costa occidentale vanno da Negombo che si trova nella parte nord a Hikkaduwa che si trova invece a sud. 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka: spiaggia di Hikkaduwa

 

Il periodo migliore per visitare la spiaggia di Hikkaduwa va da novembre ad aprile. La spiaggia si trova a circa 2 ore di autostrada dalla capitale Colombo.

 

La spiaggia è famosa per la sua tranquillità, quindi è un ottimo posto dove potersi rilassare senza rinunciare alle comodità più classiche. Troviamo infatti dei negozi e ristoranti di buon livello dove possiamo gustarci dei piatti tipici e locali.

 

Hikkaduwa si presta anche agli amanti degli sport acquatici, come le immersione subacquee e lo snorkeling o le escursioni in barca a vela. C’è anche chi pratica il surf, ma non è questo lo sport migliore dove praticarlo. 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka: spiaggia di Negombo

 

La spiaggia di Negombo si trova in un’ottima posizione perché è situata a circa un ora di strada da Colombo e soprattutto si trova a 20 minuti dall’unico aeroporto internazionale dell’isola.

 

Questa zona è prevalentemente dedicata a negozi che vendono souvenir, ristoranti costosi di bassa qualità, centri per sport acquatici e alberghi di ogni genere e categoria.

 

Il cuore del piccolo villaggio di pescatori è senza dubbio molto più intrigante rispetto alla zona della spiaggia.

 

Se decidete di passare a Negombo per vistare il villaggio bene, ma se siete venuti per il mare meglio andare in un’altra spiaggia. 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka: spiaggia di Kalpitiya

 

Spiaggia di Kalpitya = Whale Wahtching. Sì, avete capito bene, questa spiaggia è la mecca dell’isola per quanto riguarda questo meraviglioso spettacolo.

 

Se sarete fortunati da riuscire ad avvistare una balena, vi garantiamo che sarà un’emozione che potrebbero descrivere con le parole solo i grandi poeti del ‘900.

 

Kalpitiya è anche la spiaggia più incontaminata e naturale di tutta la parte occidentale perciò se siete amanti della natura e vi piacciono le gite in barca non potrete non venire qui. Il periodo migliore per avvistare questi meravigliosi cetacei sono i mesi di febbraio e marzo.

 

In questo periodo, oltre che alle balene si possono anche avvistare grandi banchi di delfini. Nei mesi che vanno da aprile a novembre la spiaggia di Kalpitija è particolarmente consigliata per godersi il mare calmo e il cielo azzurro.

 

La spiaggia dista circa 160Km da Colombo e si trova nella parte centro occidentale dell’isola, nel distretto di Puttalam.

 

 

Le migliori spiagge sulla costa sud in Sri Lanka

 

 

 La costa meridionale dello Sri Lanka è ricca di splendide spiagge, case coloniali , villaggi di pescatori, parchi e templi: è probabilmente la parte più interessante dell’isola.

 

Ci sono anche molti alloggi lussuosi in stile coloniale, tra cui delle ville molto grandi che danno quel tocco in più rispetto alla zona nord.

 

E’ una zona molto sfruttata turisticamente, ma questo non vuol dire che troverete un luogo caotico.

 

Le spiagge principali sono piuttosto affollate, ma rimangono comunque ancora molte zone rurali dove è possibile trovare dei piccoli paradisi.

 

Particolarmente degna di nota è la zona vicino a Galle, dove troviamo molte attrazioni che ci riempiranno le giornate (e anche le nottate).

 

Vediamo nel dettaglio qualche spiaggia del sud che valga la pena visitare.

 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka meridionale: spiaggia di Mirissa

 

Mirissa è una bella spiaggia lunga, con la sabbia di colore giallo/marrone, ricca di palme. Questa parte di costa è esposta alla forza dell’Oceano Indiano e non essendoci la barriera corallina, non è un mare calmissimo, infatti troveremo i surfisti.

 

Ci sono anche piccole zone più tranquille, ma niente in confronto alle altre spiagge che abbiamo visto sopra. La spiaggia di Mirissa è parzialmente attrezzata con lettini, ombrelloni e locali turistici.

 

E’ quasi sempre affollata, ma è comunque piacevole e la presenza dei surfisti la rende ricca di fascino. In dicembre è possibile avvistare anche le balene, anche se non è il posto perfetto.

 

Invece, con un po’ di fortuna troveremo le tartarughe che verranno a deporre le uova.

 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka: spiaggia di Unawatuna 

 

Unawatuna, oltre a essere un villaggio di pescatori(dopo vediamo nel dettaglio la descrizione del paesino) è probabilmente la spiaggia che attira più turisti e locali, è una zona davvero ricca e vitale, infatti troviamo moltissimi ristoranti e tanti piccoli chioschi.

 

E’ una spiaggia adatta alle famiglie per via anche delle sue comodità. Anche in questa spiaggia, con un pizzico di fortuna, riusciremo ad avvistare le tartarughe marine che vengono a depositare le uova durante il periodo di fecondazione.

 

L’unica pecca di questa spiaggia è che dopo lo Tsunami del 2004 è stata ricostruita in fretta e furia e i vari alberghi risultano un po’ troppo vicini alla riva e sono un pochino invadenti. Il periodo migliore per visitare questa zona va da novembre ad aprile. 

 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka: spiaggia di Tangalle

 

Nelle zone limitrofe della città di Tangalle ci sono delle spiagge davvero interessanti con dei panorami da cartolina.

 

Dirigendosi in direzione ovest rispetto a Tangalle troviamo delle baie protette naturalmente da promontori rocciosi che le rendono dei paradisi di acqua calda con delle sfumature di blu mozzafiato, luoghi perfetti per potersi fare una nuotata in tutta tranquillità.

 

Spostandoci invece verso est, troviamo un mare un pochino più agitato, con delle onde che faranno felici molti surfisti; in compenso, se il il mare risulta un po’ agitato, troviamo una sabbia finissima.

 

Entrambe le zone e la stessa Tangalle sono facilmente raggiungibili dalla capitale, è ben collegata con l’autostrada.

 

Se siamo alla ricerca di un paradiso tropicale incontaminato, queste spiagge sono le migliori. I mesi migliori per vistare questa zona vanno da novembre ad aprile e da maggio a ottobre. 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka: spiaggia di Bentota

 

La spiaggia di Bentota è perfetta per chi ama le acque calde e tranquille, un’ottima zona quindi per gli amanti dello snorkeling, la pesca in acque profonde, il kayak o la canoa.

 

In questa zona è possibile prenotare ottimi alloggi con un buon rapporto qualità prezzo vista la concorrenza spietata tra i vari locatori presenti.

 

Nel mese di dicembre la spiaggia risulterà un po’ affollata.

 

I mesi che regalano un acqua calda e limpida, perfetta per praticare nuoto e snorkeling, vanno da novembre ad aprile.

 

 

Le migliori spiagge sulla costa orientale dello Sri Lanka

 

La costa est dello Sri Lanka è senz’altro quella che è rimasta più vergine e incontaminata per via di vicissitudini, come ad esempio lo Tsunami del 2004 che ha colpito in pieno questa parte dello Sri Lanka, o anche la guerra civile che ha imperversato per oltre 25 anni (1983 – 2009 ).

 

Per questi motivi la parte nord orientale dall’isola è rimasta lontano dagli itinerari turistici. Fortunatamente alla fine della guerra civile, pian piano la regione è riuscita a crescere, trovando stabilità e benessere.

 

Le principali città in questa regione sono Trincomalee e Batticaloa, città ricche di vivaci attività commerciali, locali molto belli da vedere, soprattutto per chi ama immergersi nella vita di tutti i giorni degli isolani.

 

Degna di nota è la spiaggia di Arugam Bay e le spiagge limitrofe che vedremo nel dettaglio tra poco.

 

Le migliori spiagge nello Sri Lanka orientale: spiaggia di Nilaveli e Uppuveli

 

Queste due spiagge nei pressi di Trincomalee sono davvero belle e meritano di essere visitate. Sono le classiche spiagge lunghe chilometri e chilometri con una sabbia finissima, alle spalle le palme verdi che si affacciano sull’oceano calmo e tranquillo, il paradiso in terra praticamente.

 

A poco meno di 20km (quindi facilmente raggiungibile in tuk tuk) da Trincomalee troviamo la spiaggia di Nilaveli, la miglior spiaggia dello Sri Lanka perché non ha nulla di invidiare alle Maldive, anzi un plus di questa spiaggia è che si possono trovare dei punti dove si è completamente soli.

 

L’unica compagnia che si può trovare di tanto in tanto, per il fatto di trovarsi in una zona selvaggia, è la presenza di mucche e qualche cane randagio (niente di pericoloso comunque).

 

Di fronte a Nilaveli c’è l’isoletta di Pigeon Island, molto graziosa e circondata dalla barriera corallina, la riserva perfetta per tutti coloro che vogliono immergersi o più semplicemente galleggiare sopra il pelo dell’acqua praticando lo snorkeling.

 

In questa zona è possibile nuotare con gli squali e avvistare le grandi tartarughe marine. 

 

 

Uppuveli è un po’ più piccola di Nilaveli e ha un fascino diverso, vediamolo assieme.

 

Le sue acque sono di un colore molto turchese e sono piuttosto tranquille; in un lato della spiaggia si trova una bellissima laguna ricca di barchette colorate di proprietà dei pescatori che vivono nel villaggio lì vicino: vale la pena esplorare questa zona molto caratteristica.

 

C’è qualche hotel di lusso e qualche ristorante che si affaccia direttamente sulla spiaggia senza però essere invasivi, come abbiamo visto prima.

 

Per gli amanti delle escursioni marittime qui troverete molte barche che salpano verso Pigeon Island e per la scogliera di Trincomalee. Da maggio a ottobre è possibile avvistare delfini e balene che vivono proprio in queste acque tranquille.

 

I mesi migliori per trovare mare calmo e sole splendido vanno da maggio a settembre. 

 

Le migliori spiagge dello Sri Lanka orientale: spiaggia di Passekudah Bay

 

Passekudah è una piccola baia molto esclusiva che si trova a nord di Batticaloa.

 

E’ il posto perfetto per fare il bagno in tutta sicurezza per via della mancanza delle correnti oceaniche che possiamo trovare in altre zone; infatti possiamo spingerci in acqua anche fino a 200 metri dalla riva senza correre alcun pericolo.

 

In questa spiaggia all’alba si può assistere a uno spettacolo unico: la baia infatti si popola di coloratissime barchette di pescatori rendendo lo spettacolo molto romantico e indimenticabile.

 

Piccoli resort e ville di lusso immersi nella natura vi faranno amare questo angolo dello Sri Lanka, un’autentica perla.

 

Ci sono due periodi per visitare questa splendida baia: il primo va da maggio ad agosto ed è perfetto per tutti quelli che amano la tranquillità e vogliono prendere il sole, mentre per quelli che amano il surf e il windsurf e vorrebbero qualche onda in più, possono venire in questa baia da settembre a ottobre. 

 

Le migliori spiagge in Sri Lanka orientale: spiaggia di Arugam Bay

 

La mecca dei surfisti nello Sri Lanka, questa piccola spiaggia è ricca di spot che attirano migliaia di turisti che vengono da ogni angolo del mondo.

 

Arugam Bay, nei periodi delle onde, diventa una vera e propria dimora per gli amanti del Surf; si vengono così a creare delle autentiche comunità legate a questo sport. Dopo lo Tsunami del 2004 la spiaggia era stata rasata al suolo, ma fortunatamente è stata ricostruita molto velocemente.

 

Nonostante le sue piccole dimensioni Arugam ha un fascino molto particolare, infatti nei mesi estivi si anima soprattutto per quanto riguarda la vita notturna.

 

L’unica pecca di questo ex villaggio di pescatori è lo scarso interscambio che c’è con la popolazione locale: qui infatti si troveranno solo ristoranti, alloggi e tuk tuk a prezzi molto alti e ci possono essere abitanti locali non troppo onesti che proveranno ad approfittarsi dei viaggiatori alle prime armi.

 

Questa situazione si verifica prettamente nei mesi di luglio e agosto, mentre da maggio ad aprile e da settembre a ottobre la situazione è più tranquilla. 

 

 

Sri Lanka: cosa vedere

 

Sigirya, la fortezza di roccia che si trova nella zona centrale dell’isola. Sulla sommità della roccia c’è appunto la fortezza voluta dal re Kasyapa nel lontano 495 d.C.. Per raggiungerla bisogna salire una scalinata di roccia che permette di raggiungere la sommità della montagna; il panorama che vi si staglierà di fronte agli occhi vi lascerà senza fiato (anche per via degli scalini).

sry lanka cosa vedere

Unawatuna è un villaggio di pescatori adiacente ad una baia protetta dalla barriera corallina; perciò il mare in questa baia rimane molto calmo e caldo, la spiaggia di sabbia bianca finissima è lunga 2 km ed è perfetta quindi per tutti coloro che vogliono godersi il meritato relax. Dietro a questa spiaggia troviamo una rigogliosa vegetazione e dentro la piccola città ci sono molti locali e ristoranti tipici che rendono l’atmosfera davvero suggestiva.

 

 

 

Piantagioni di té a perdita d’occhio. Sì, lo Sri Lanka è un produttore di tè. Grazie al clima che si genera sugli altopiani troviamo delle qualità di tè veramente eccellenti. Il Paese è infatti considerato dagli amanti del genere una meta da tenere in considerazione, ma anche per chi non è amante del tè può comunque godersi il panorama verde e rilassante che si troverà una volta raggiunto l’altopiano.

 

Galle, Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Questa città, un tempo la capitale dello Sri Lanka grazie alla sua posizione e conformità morfologica, era l’antico porto che gli arabi utilizzavano nel Medioevo come punto di commercio per le merci provenienti dall’Africa, come l’avorio o le pietre preziose. Nel 1660 a Galle venne costruito quello che oggi si chiama Dutch Fort (forte olandese) che è rimasto tutt’ora la miglior fortezza creata dagli Europei e la meglio conservata di tutta l’Asia. Queste caratteristiche hanno permesso a Galle di essere inserita nella lista dei beni mondiali dell’Unesco.

 

sry lanka cosa vedere

Sry Lanka Galle

 

Kandy è il fulcro della religione e spiritualità, nonché punto di partenza per la visita alle zone collinari dello Sri Lanka. Kandy si trova nel centro dell’isola ed è attorniata da meravigliose piantagioni di tè; il fulcro della città è il meraviglioso lago Kandy dal quale prende il nome. Kandy fu l’ultimo baluardo della resistenza coloniale olandese, per questo i cittadini sono molto orgogliosi della loro terra, della loro architettura, della musica, delle danze e dell’arte. Uno dei templi che dovete assolutamente visitare è il Dalaga Maligawa o tempio del dente che ospita la famosa reliquia del Dente di Buddha. Queste caratteristiche hanno permesso a Kandy di far parte dei luoghi patrimonio dell’Unesco.

 

sry lanka cosa vedere

Sri Lanka: quando andare, meteo e clima

 

La maggior parte dei visitatori arriva tra dicembre e aprile, quando il clima è caldo e prevalentemente secco. La stagione dei monsoni va da maggio ad agosto a ovest e a sud, e da ottobre a gennaio a nord e a est. Il clima rimane comunque temperato e caldo per tutto l’anno.

 

Le festività principali sono il Capodanno buddista e indù (aprile), la celebrazione buddista del Vesak (maggio), l’Esala Perahera a Kandy (agosto), caratterizzato da vivaci processioni e danze buddiste, e il Natale (dicembre).

Viaggi in Sri Lanka

FAQ Sri Lanka

Che documenti servono per visitare lo Sri Lanka?

I viaggiatori di nazionalità italiana, cosi come la maggior parte dei visitatori che vogliono entrare in Sri Lanka, devono esser in possesso del visto turistico, che dura 30 giorni. Per ottenerlo sono necessari il passaporto con una validità residua di 6 mesi dopo la data di arrivo, e un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

Dall’1 gennaio 2012 coloro che intendono visitare lo Sri Lanka (per turismo o affari) possono acquisire il visto di ingresso ‘ETA – Electronic Travel Authorization’, al costo minimo di 35$ e della durata di 30 giorni. L’ETA può essere richiesto online (eta.gov.lk), attraverso le agenzie di viaggio o presso l’Ambasciata dello Sri Lanka a Roma, ma il modo migliore per ottenerlo è all’arrivo in aeroporto a Colombo, al costo di 35$.

Che vaccinazioni devo fare per andare in Sri Lanka?

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. Tuttavia, si consigliano le vaccinazioni contro la febbre tifoide e il tetano. Le raccomandazioni d’uso sono: bere acqua minerale, evitare di consumare cubetti di ghiaccio e verdure crude, lavarsi frequentemente le mani. Non dimenticate di proteggervi dal sole (cappello, occhiali e crema solare).

La maggior parte dei medicinali indispensabili si trova facilmente in tutta l’isola. Colombo e Kandy dispongono di ospedali dotati di attrezzature moderne e di un pronto soccorso efficace. Il migliore è il Nawaloka Hospital, clinica privata con il pronto soccorso in funzione giorno e notte. Tel. 2544444 e 2546258. Tutti i grandi alberghi mettono a disposizione dei loro clienti un servizio di assistenza medica 24h/24. Vai all’elenco degli ospedali.

E' sicuro andare nello Sri Lanka?

Il 23 febbraio 2002, un accordo di pace siglato sotto l’egida della Norvegia ha messo fine al conflitto interno che ha funestato l’isola per circa 20 anni. Ormai è di nuovo possibile viaggiare senza rischi in tutta l’isola. Il governo dedica tutte le risorse possibili allo sviluppo delle infrastrutture (trasporti e alberghiere) nella regione nordorientale del paese, che era rimasta chiusa al turismo per ragioni di sicurezza durante il periodo del conflitto.

Qual è il fuso orario nello Sri Lanka?

5 ore di anticipo sull’Italia in inverno e 4 in estate.

Quali sono e quante sono le lingua parlate nello Sri Lanka?

I ¾ della popolazione parlano cingalese. Quasi il 20% parla il tamil, principalmente nel nord dell’isola. L’inglese è parlato correntemente dal 10% della popolazione ed è generalmente utilizzato negli hotel.

Come posso pagare nello Sri Lanka e che valuta c'è?

Tasso di cambio: 1 € = 162 rupie (al 18/09/16). La rupia sri-lankese (Rs) è la moneta locale e si suddivide in cents. Le banconote sono scritte in singalese, in tamil e in inglese. Il dollaro americano è la moneta più diffusa, ma è possibile cambiare anche gli euro (anche in traveller’s cheques) in qualunque parte dell’isola. Le carte di credito (American Express, Visa ecc.) sono accettate nelle agenzie di viaggio, nei grandi magazzini e in alcuni negozi, come anche nei grandi alberghi. Ritirare contanti è possibile solamente a Colombo e in alcuni centri turistici. Gli uffici di cambio praticano tassi interessanti. È anche possibile cambiare nuovamente le rupie in dollari prima di lasciare l’isola; in questo caso dovrete presentare la ricevuta del cambio iniziale. È proibito esportare rupie all’estero.

Le carte di credito sono generalmente accettate da moderni alberghi, ristoranti e medio-grandi negozi nelle zone turistiche. Piccoli negozi, bar, bancarelle e posti in aree remote, probabilmente non avranno strutture che supportano le carte di credito, assicurarsi di avere abbastanza denaro per coprire le spese nelle zone rurali.

Bancomat sono sempre più diffusi nelle grandi città dello Sri Lanka, trovare sportelli bancomat non dovrebbe essere un problema. Le piccole città e le zone isolate non dispongono ancora di molti sportelli bancomat, assicurarsi di avere denaro a sufficienza per coprire eventuali spese in queste aree.

Che corrente si usa nello Sri Lanka, devo portare un adattatore?

La corrente a 220 V è diffusa, ma conviene comunque verificare il voltaggio prima di utilizzare i propri apparecchi. Le prese di corrente sono a tre uscite, ma si possono tranquillamente utilizzare con le spine italiane neutralizzando il foro superiore della presa con una matita.

Come è la connessione internet in Sri Lanka? Come faccio a telefonare a casa?

Per chiamare in Sri Lanka dall’Italia, comporre lo 00 + 94 (prefisso del paese) + il prefisso della città (Colombo: 01; Kandy: 08; Galle: 09; Mount Lavinia, Bentota: 034; Nuwara Eliya: 052) + il numero desiderato, a 4, 5 o 6 cifre. Per chiamare dallo Sri Lanka verso l’Italia, occorre comporre lo 00 + 39 + il numero desiderato comprensivo di 0 iniziale.

La copertura per la telefonia mobile è buona in tutte le aree urbane, meno nelle zone isolate. Assicurarsi che il roaming globale sia attivato sul telefono prima di arrivare.

L’accesso a Internet è in crescita in tutto il Sri Lanka. Internet cafè si trovano facilmente nelle grandi città, ma la velocità può essere più lenta rispetto a quanto abituati.

Devo lasciare la mancia in Sri Lanka?

La maggior parte degli hotel e dei ristoranti aggiungono il 10% per il servizio al conto. È buona norma lasciare una mancia alle altre persone di servizio

E' potabile l'acqua in Sri Lanka?

Nello Sri Lanka è sconsigliato di bere acqua direttamente dal rubinetto. Per ragioni ambientali, cercare di evitare di comprare acqua in bottiglia. Invece, riempire una bottiglia d’acqua riutilizzabile o borraccia con acqua filtrata. Chiedere dove si può trovare acqua potabile filtrata. E’ anche consigliabile evitare il ghiaccio nelle bevande e pelare frutta e verdura prima di mangiarle.

Quali sono le religioni dello Sri Lanka?

Il Sri Lanka presenta diverse religioni, le più praticate sono il buddismo, induismo, islam e cristianesimo.

In caso di emergenza

Ambasciata dello Sri Lanka in Italia
via Adige 2, 00198, Roma
Tel.: 06 855 45 60.Ambasciata d’Italia in Sri Lanka
55, Jawatta Road, a Colombo
Tel.: (00 94) 11 258 83 88.Ceylan Tourist Board
76 Stewart Place, Galle road, a Colombo.